domenica 28 gennaio 2018

Come fare la SPINE di legno per falegnameria

Come si fanno le spine di legno o tasselli  ? Questo strumento permette di creare delle barre lunghe che possono essere tagliate secondo le necessità.

Cos’è una spina in legno

La spina è un cilindro in legno duro, normalmente faggio, di 6-8-10 o più millimetri di diametro e di lunghezza variabile da 20 a 60 millimetri. Le spine in legno in commercio sono disponibili anche sotto forma di barre della lunghezza di 1 metro, da cui vengono tagliate alla lunghezza voluta.

La spinatura è una tecnica molto efficace, utilizzabile con diversi tipi di legno, dal massello al truciolare, che garantisce un’unione solida ed invisibile fra le diverse parti di un mobile. Sui due pezzi da unire si praticano appositi fori in cui vengono inserite le spine, rendendo solida la giunzione mediante incollaggio. Fondamentale nel processo è la precisione.

Ecco però che io vi propongo una soluzione FAI DA TE per fare le spine di legno.


Il principio è molto semplice e somiglia allo stesso principio che si usa per temperare una matita.



Guarda il video

Invece dello scalpello viene utilizzata una vecchia lama in acciaio ridotta della misura necessaria. Ovviamente le dimensioni possono essere ridotte per ottenere un diametro piu piccolo delle spine che in questo caso sono di 2 cm.


mercoledì 24 gennaio 2018

Come costruire uno sgabello pieghevole in legno

Costruire uno sgabello pieghevole in legno ? 

Gli sgabelli pieghevoli hanno le stesse caratteristiche degli altri sgabelli, tranne che possono essere piegati. Per questo motivo sono molto pratici; poiché sono portatili e quando sono piegati occupano pochissimo spazio.



Stampa il progetto e realizza anche tu questo sgabello pieghevole in legno.

Segui le istruzioni riportate di seguito.
Oppure puoi scaricare il progetto in versione pdf e stamparlo


Costruzione sgabello pieghevole in legno fai da te
Disegno dello sgabello pieghevole




Sono adatti per l'uso a casa, nel cortile, durante il campeggio, la pesca e il picnic, o per qualche scopo simile nella natura. Lo sgabello pieghevole può essere utilizzato anche come supporto per fiori o come sgabello.

 Il loro scopo non è quello di essere comodi, ma piuttosto una soluzione rapida per sedersi durante il lavoro. Stai guardando il progetto di sgabello pieghevole per un semplice sgabello, che è molto facile da realizzare. 



Lo sgabello pieghevole realizzato da questo progetto è caratterizzato da una costruzione semplice e robusta, sufficiente a sopportare il peso di un uomo medio; è comodo e facile da piegare e aprire. 







Per realizzare questo sgabello pieghevole non servono molti strumenti e macchinari, e poiché la sua costruzione è semplice, la realizzazione di questo sgabello pieghevole è un buon esercizio per i principianti. 






Poiché la sua costruzione non ha complicati giunti per la lavorazione del legno, è adatta alla produzione in serie.







 































L'assemblaggio di questo tipo di sgabello pieghevole è veloce, perché i collegamenti tra le parti sono realizzati con colla e elementi di fissaggio. Gli sgabelli pieghevoli sono usati frequentemente nelle case, quindi ti consigliamo di fare alcuni di questi sgabelli e ordinarli di averli sempre a portata di mano.




I falegnami esperti possono personalizzare le dimensioni dello sgabello e quindi creare facilmente un tavolo con la stessa struttura e realizzare un set perfetto per il picnic o il campeggio.


 Quando realizzi questo tipo di sgabello pieghevole avrai uno sgabello universale, che ti servirà bene sia in casa che in giardino, e avrai anche una sostituzione economica e di alta qualità per lo sgabello da campeggio, lo sgabello da pesca e altri sgabelli simili .

domenica 21 gennaio 2018

Un semplice supporto per smartphone o tablet fatto con leg...

Tablet Stand a portachiave

Un piccolo e semplice progetto
un oggetto facile da costruire anche con strumenti manuali.
Questo supporto per smartphone o tablet è piccolo e dato che è un portachiave possiamo portarlo con noi ed usarlo quando serve.

Da parecchio tempo pensavo di costruirmi un piccolo supporto per il tablet, perchè ne ho costruiti già altri, ma sono più grandi e ne tengo uno sul comodino ed un altro in bagno.

Avendo visto invece su pinterest un supporto mini ho pensato bene di costruirmene uno anche io, eccolo , l'ho fatto.

Ho utilizzato legno di ulivo, qualche scarto di lavorazione.
Guarda il video di come ho costruito questo semplice supporto per tablet o smartphone. 



lunedì 15 gennaio 2018

FAI DA TE - Jig Strumento per affilare scalpelli da falegname


Un jig strumento per affilare scalpelli da falegname

Questo jig per affilare gli scalpelli da falegname l'ho costruito in modo semplicissimo, ho utilizzato due cuscinetti a sfera e una spina di legno del diametri uguale a quello dei cuscinetti, poi ho piazzato la pietra per levigare su un pezzo di multistrato e ho creato due guide su cui far scorrere i cuscinetti.

Il sistema del jig per affilare scalpelli da falegname è semplice, si inserisce lo scalpello fra la spina di legno e la placchetta di bloccaggio fino a farlo appoggiare sulla superfice della pietra da levigatura con lo stesso angolo adeguato.

Poi si comincia a mandare avanti ed indietro sulla superfice della pietra. 

Il jig strumento per affilare scalpelli da falegname funziona molto bene e gli scalpelli tornano come nuovi e tagliano perfettamente. 

GUARDA IL VIDEO !


lunedì 8 gennaio 2018

Progetto Gratuito di falegnameria per la costruzione di un Banco da Falegname


Ecco il progetto gratuito di falegnameria  per costruire il tuo banco da falegname.

Avendo notato che molti propongono i progetti di falegnameria  per costruire un banco da falegname e chiedono un pagamento

io ho deciso di elaborare questo progetto molto semplice ma di qualità in modo che chiunque sia in grado di costruire il proprio banco da falegname.

Nel progetto per costruire un banco da falegname troverai tutti i particolari con le misure del materiale da comprare, le misure dei tagli da effettuare, il numero di viti e bulloni che ti serviranno e una guida grafica che ti permetterà di facilitarti il lavoro.

*Ti serve una sega a nastro piccola

La tecnica di costruzione di questo banco da falegname è una tecnica professionale ma che chiunque con un minimo di manualità e pratica può costruire.

Guarda questa playlist che ti mostra il mio banco da falegname prima di scaricare il progetto.

Passiamo all'azione.

Ecco il progetto del banco da falegname che ti sto mostrando.

Ecco di seguito l'elenco di tutto il materiale che ti serve per la realizzazione del progetto gratuito banco da falegname, devi recarti in un rivenditore di legname e farti dare i seguenti assi con le misure descritte, poi sarai tu a tagliarli delle misure necessarie al progetto.

Oppure puoi direttamente farti tagliare i pezzi seguendo la lista dei tagli come nella figura qui sotto.

A questo punto della realizzazione del progetto gratuito banco da falegname hai bisogno di :

Punte forstner , trapano avvitatore  e  punte per forare
Potrebbe servirti anche una squadra e misuratrice da falegname , tutti strumenti molto utili per il progetto.

Infatti le prime operazioni da fare sono proprio la foratura nei punti precisi e delle dimensioni precise delle gambe del banco da falegname.



Ti auguro buon lavoro !!! 

Ecco un elenco di materiali ed utensili che potrebbero servirti per la realizzazione di questo progetto. Acquistali da questi link che fanno riferimento alla mia affiliazione con amazon. 

domenica 7 gennaio 2018

Colla Poliuretanica Monocomponente Reticolante Elephant

 Si chiama ELEPUR PU ed è la colla poliuretanica monocomponente reticolante dell'azienda ELEPHANT
La puoi acquistare in Flacone da 500gr

La colla poliuretanica monocomponente reticolante
Elepur PU è un adesivo monocomponente poliuretanico che si utilizza principalmente per l'incollaggio di serramenti in legno, su legno verniciato, metallo, melaminico, feltro, lana di vetro e su materiali dove le colle di tipo tradizionale risultano inutili. 

La colla poliuretanica monocomponente reticolante elephant Elepur PU indurisce una volta entrato a contatto con l'umidità dell'aria o del supporto.
Cosa vuol dire reticolante
n parole povere significa che quando questa colla si indurisce forma dei legami molto forti a livello molecolare che per forma e struttura possono essere paragonati alle giunzioni che ci sono tra i binari e le traversine delle ferrovie.
Innanzitutto è opportuno sottolineare come la colla poliuretanica prima di reticolare va a riempire tutti gli spazi da giuntare e successivamente espandendosi formerà un legame durevole e resistentissimo tra le due superfici.


La colla poliuretanica monocomponente reticolante Elepur PU reticola per mezzo della reazione con l'umidità assorbita dall'aria o dai supporti da aderire. 
Non ha bisogno di catalizzatori o sostanze che innescano la reazione di indurimento, semplicemente basta l'umidità dell'aria o delle superfici che si stanno incollando.

Se si devono incollare due superfici che non contengono umidità (es. metallo e schiuma rigida), per ottenere un ottimo risultato è consigliabile vaporizzare con uno spruzzino un fine velo di acqua sulla superficie da incollare in modo da fornire umidità sufficiente per ottenere una rapida reticolazione.
La colla poliuretanica monocomponente reticolante Elepur PU ha una 
RESA  6-10mq per Kg
Questo significa una elevatissima resa anche rispetto alle altre marche.
Essendo reattiva con l'umidità dell'aria, questo tipo di colla deve rimanere chiusa una volta aperto il flacone. Anche con il flacone chiuso la sua stabilità è garantita per dodici mesi e bisogna tenerla lontana da fonti di calore e di umidità.


Le mie considerazioni

La colla poliuretanica monocomponente reticolante ELEPHANT Elepur PU ha secondo me una caratteristica molto importante rispetto ad altre marche, ti sto parlando di tempi di lavorabilità, in altre parole, chiunque abbia dimestichezza con l'incollaggio, sa benissimo che "bisogna sbrigarsi" ed in alcuni casi a me personalmente è capitato di aver acquistato delle marche di colla poliuretanica monocomponente reticolante



Acquista la colla poliuretanica monocomponente reticolante elephant

Guarda il video di come la utilizzo per costruire un simpatico giocattolo


Come Costruire un semplice banco da lavoro -TUTORIAL

Il Banco da lavoro più facile da costruire ? Questo !

In questo articolo voglio farti vedere come è semplice costruire un banco da lavoro che sia allo stesso tempo solido e funzionale.






Cosa ti serve.

Legname

  1.  1 foglio di multistrato di pino misura da 18mmx122mmx2440mm (per i ripiani)
  2.  1 asse di abete misura da  50mmx200x2550 (per la gambe)
  3.  4 assi di abete misura da 50mmx80mmx2250 (per le cornici dei ripiani)
Questo legname puoi acquistarlo intero e poi tagliarlo tu oppure fartelo tagliare direttamente dando le misure a chi si occupa dei tagli nel negozio.

Ferramenta e altro

  • Colla da falegname, ti consiglio la colla d3-d4 ELEPHANT 
  • Chiodatrice ad aria compressa , ti consiglio ryobi
  • Morsetto rapido, io ti consiglio Kreg Clamps
  • 4 Ruote 
  • Avvitatore, io ti consiglio Ryobi
  • circa 50 viti Viti per legno per buchi a tasca da 8 pollici 

    Tutti i pezzi che ti servono
    Elenco di tutti i pezzi da tagliare

1. Praticare i fori a tasca


Dopo aver effettuato tutti i tagli (o averlo fatto fare nel negozio dove acquistate il legname), praticare due fori in ciascuna estremità delle tavole da 50mmx80mmx660mm (quelle corte).

2. Assemblare le due cornici del banco.


Assemblare due cornici del banco (ripiani) avvitando le assi da  50mm x80mm x660mm  tramite fori a tasca nelle assi da  50mm x80mmx1220mm. Assicurati di farlo su una superficie piatta e uniforme e usa una squadra da carpentiere per garantire un angolo di 90 gradi.

3. Inchiodare i due pezzi di multistrato sulle due cornici 


Usando i chiodi  da 50mm senza testa,   centra e inchioda i tuoi due pezzi di multistrato  sopra i due telai da tavolo che hai appena costruito. Il pezzo da 760mm di multistrato deve essere centrato in modo da avere uno sbalzo da 50mm su entrambi i lati.

4. Posizionare le gambe del banco


Posiziona le gambe ricavate dalle assi da 50mmx200mm ad una distanza di circa 800mm tra loro, in modo da farli trovare nella corretta posizione per il passo successivo.

5. Posizionare il primo ripiano 


Adagiare con cura il piano del banco da 760mmx1220mm (senza sporgenza) a filo con il fondo e i lati delle gambe 50mmx200mm. Il multistrato deve essere rivolto verso l'alto , ovvero verso le gambe estese come si vede nella foto.

6. Posizionare il secondo ripiano



Quindi bilanciare con attenzione il piano del banco con la sporgenza appena sopra le gambe . Le gambe dovrebbero essere a filo con i lati del piano del tavolo e la parte superiore e inferiore.

7. Avvitare di due ripiani alle gambe


Dopo che entrambi i pezzi da tavolo sono a filo con le gambe, attaccali dalla parte superiore interna con le viti. Basta avvitare direttamente attraverso il telaio  del banco  nelle gambe di legno sotto.

8. Aggiungi le altre due gambe


Infine aggiungi le ultime due gambe  al lato superiore aperto. Anche in questo caso, assicurarsi che il piano del tavolo sia a livello con le gambe sul fondo e sui lati. Le viti andranno in posizione dall'alto questa volta. Capovolgilo, così puoi fissarlo con le viti dall'interno e dall'esterno di entrambi i pezzi delle gambe.

9. Aggiungi le ruote


Aggiungi le ruote ai quattro angoli inferiori. Leviga i bordi ruvidi ed è pronto per l'uso!


martedì 2 gennaio 2018

Come si costruisce un pantografo in legno

Costruire un pantografo in legno

Un pantografo è un ausilio di disegno che semplifica la copia ingrandita di immagini o figure. È un ottimo giocattolo educativo per famiglie con bambini o per persone che si dedicano a attività artigianali come patchwork, lavorazione del legno, modellazione, ecc.

Pantografo fai da te per disegnare ingrandire

Sotto, vi descrivo il pantografo che ho costruito.

Il pantografo consente di ottenere ingrandimenti di 2, 3, 4 e 5 semplicemente spostando due viti, il costo del progetto è nullo in materiali dato che avevo tutto il necessario nel laboratorio e ci sono volute solo un paio d'ore.

I componenti principali sono stati realizzati abbastanza facilmente dalla barra di legno usando nient'altro che un seghetto e un trapano e una lima o cartavetro per levigare le sbavature. I quattro pezzi chiave (le braccia) sono tenuti insieme da alcune viti a testa tonda e dei dadi. Ho usato una matita ancorata su un braccio.

Il progetto si basa su braccia lunghe 30 cm ed è in grado di raddoppiare un'immagine di 15 cm o di ingrandire un'immagine di 8 cm per 5. Se desideri copiare immagini più grandi, le dimensioni dei quattro "bracci" devono essere proporzionalmente più grandi e la distanza tra i fori aumenta proporzionalmente . In alternativa, questa dimensione può essere utilizzata ingrandendo l'immagine una sezione alla volta.

La barra di legno utilizzata è larga 12 mm per 3 mm .

La lunghezza delle quattro braccia è:

  • Braccio A - 31.2cm
  • Braccio B - 31.2cm
  • Braccio C - 25.2cm
  • Braccio D - 16.2cm

I fori li ho fatti con il trapano ed una punta della dimensione delle viti. La parte più importante qui è quella di contrassegnare con precisione la posizione per i fori e assicurarsi che non siano sovradimensionati e che i buchi siano fatti nel posto giusto. Garantire che siano perforati al centro del braccio e distanziati correttamente fornirà l'accuratezza del pantografo finale per realizzare allargamenti consistenti.

Le braccia sono assemblate come mostrato usando le viti, con vari dadi, dadi a cupola e dadi ad alette:

Perno 1 - Vite, tagliata a misura, con dado a cupola bloccato in posizione per dare libero movimento del braccio, ma non eccessiva scioltezza).

Perno 2 - Questo è il punto di tracciamento. Ho usato una vite lunga 40mm inserita dall'alto, con un dado che lo blocca sul braccio D, e due dadi bloccati insieme sotto il braccio C per consentire il movimento del braccio libero, ma senza  eccessivo gioco). 
Metto a terra l'estremità della vite per creare un punto di tracciamento (non troppo nitido!).

Perni 3 e 4 - Questi sono i perni mobili che determinano l'ingrandimento.

 Per ognuno ho usato viti da 25 mm inserite dal basso con un dado e un dado ad alette bloccati insieme per consentire il movimento del braccio libero, ma senza eccessivo gioco).

Per il punto di ancoraggio, ho usato una vite da 40 mm inserita nel braccio A dall'alto e bloccata al braccio con un dado. Nastro una piccola placchetta con un foro sulla superficie del mio disegno e la vite si blocca liberamente nel foro.



Il Pantografo viene mostrato configurato per un'espansione tripla (si noti che quando l'installazione è corretta, le braccia A e C sono parallele e le braccia B e D sono anche parallele - si saprà se è sbagliato in quanto non si muoverà). I perni 1 e 2 sono permanenti e non devono essere annullati. I perni 3 e 4 vengono spostati per selezionare l'ingrandimento richiesto (x2, x3, x4 o x5) - il più vicino Perno 2 è il punto di ancoraggio, maggiore è l'espansione.

La matita che uso è un tipo meccanico economico, chiusa all'estremità del braccio B con una vite che passa attraverso la staffa e un dado tra la staffa e la matita.

La staffa che regge la matita ha quattro gambe da 2 cm, due fori per i rivetti o le viti che lo attaccano al braccio B, un foro per la vite di fissaggio della matita (con dado tra staffa e matita) e un foro abbastanza grande da passare la matita.

Usare il pantografo è semplice. La superficie del disegno deve essere di circa 60 cm quadrati con il punto di ancoraggio situato nell'angolo in basso a sinistra e fissato verso il basso.

Con il pantografo nella sua posizione chiusa, l'immagine da copiare viene posizionata in modo tale che il punto di tracciamento (perno 2) si trovi nell'angolo in basso a sinistra dell'immagine e l'immagine venga quindi fissata.

 Posiziona la carta da disegno vuota in modo che la matita si trovi proprio nell'angolo in basso a sinistra.

Sposta la matita in modo che il punto di tracciamento si sposti nella parte superiore destra dell'immagine e assicurati che la matita sia ancora sul foglio bianco. In caso affermativo, nastro giù la carta da disegno.

A volte, a seconda delle dimensioni dell'immagine, potrebbe essere necessario sovrapporre l'immagine e la carta da disegno e copiare l'immagine una metà alla volta.

lunedì 1 gennaio 2018

Morsa da Banco per Falegname stile nicholson bench vice

 Mi sono costruito la morsa per il banco da falegname

Dopo un po di tempo, sono riuscito a costruire la morsa per il mio banco da falegname

Ho scelto di costruire la morsa per il banco da falegname in stile nicholson bench vice, cioè con una vite grossa che stringe ed una sola guida laterale che accompagna il movimento dello strattoio.

Ho utilizzato solo materiali di recupero, ho dovuto faticare solo un po per trovare questa grossa vite e il dado ho dovuto segarlo in due per far corrispondere il passo dato che il dado adatto per questa vite non ce lo avevo.

Morsa da banco falegname autocostruita Nicholson Bench Vice
ecco una fase del montaggio della sponda in legno di DOUSSIE'

Comunque alla fine ce l'ho fatta, ho usato dei pezzi di tubi di ferro che avevo nel laboratorio , dei raccordi idraulici in ferro e ho creato tutte le parti dello stringente.

Ecco il video della prima parte che ho appena descritto:



Poi è venuta la seconda parte e quindi ho montato un sponda di legno duro ed ho fatto un manico per la monovella, ho utilizzato il legno di doussiè per la sponda ed il mogano per la manovella.

Ecco la seconda parte del video





Spero di essere stato utile.

Non esitare a contattarmi per altre informazioni.